Nitric oxide cycle in biology and medicine

Nitric oxide cycle in biology and medicine you

Le informazioni presenti possono non risultare essere aggiornate. Disclaimer e informazioni utili. Ciascuna compressa contiene 7,265 mg nitric oxide cycle in biology and medicine rizatriptan benzoato (corrispondente a 5 mg di rizatriptan). Eccipienti: lattosio monoidrato Zanamivir (Relenza)- Multum mg nella compressa da 5 mg.

Ciascuna compressa contiene 14,53 mg di rizatriptan benzoato (corrispondente a 10 mg di rizatriptan). Nitric oxide cycle in biology and medicine acuto della fase cefalalgica degli attacchi emicranici con o senza aura negli adulti. Effetto degli alimenti: l'assorbimento di rizatriptan viene ritardato di circa 1 ora quando somministrato insieme ad alimenti. Osservare i limiti di dosaggio summenzionati. Quindi, se un paziente non risponde alla prima dose, non deve essere assunta una seconda dose per il nitric oxide cycle in biology and medicine attacco.

Rizatriptan deve essere somministrato a distanza di almeno 2 ore dalla somministrazione di propranololo. I dati disponibili al momento sono descritti nei paragrafi 5. Somministrazione contemporanea di inibitori delle monoaminossidasi (MAO) o l'uso entro le 2 settimane dalla sospensione della terapia con inibitori delle MAO. Ipertensione moderatamente severa o severa, o ipertensione lieve non trattata. Coronaropatia accertata, inclusa cardiopatia ischemica (angina pectoris, anamnesi di infarto del miocardio, o ischemia silente documentata), segni e sintomi di cardiopatia ischemica, o angina di Prinzmetal.

MAXALT non deve essere somministrato a pazienti con emicrania emiplegica o basilare. Le valutazioni cardiologiche possono non identificare tutti i pazienti con patologia cardiaca e, in casi molto rari, si sono verificati seri eventi cardiaci in pazienti senza una cardiopatia di base dopo somministrazione nitric oxide cycle in biology and medicine 5-HT1 agonisti. I pazienti con CAD accertata non devono essere trattati con MAXALT. Prima che sia somministrato il rizatriptan devono trascorrere almeno 24 ore dalla somministrazione di una preparazione contenente ergotamina.

Sebbene in uno studio di farmacologia clinica su 16 soggetti maschi sani trattati con rizatriptan per os e ergotamina per via parenterale non siano stati osservati effetti vasospastici addizionali, questi sono teoricamente possibili. Queste reazioni possono essere gravi.

In caso di angioedema della lingua o del faringe il paziente deve essere posto sotto osservazione medica fino a risoluzione dei sintomi. Il trattamento deve essere immediatamente interrotto e sostituito con un farmaco di classe diversa. I pazienti affetti da rari problemi ereditari di intolleranza al galattosio, da deficit di Lapp-lattasi o malassorbimento di glucosio-galattosio non devono assumere questo medicinale.

In caso si verifichi o si sospetti questa evenienza, si deve ottenere un parere medico e interrompere il trattamento. La diagnosi di cefalea da uso eccessivo di farmaci deve essere sospettata in pazienti con cefalee frequenti o giornaliere nonostante l'uso regolare di farmaci per la cefalea (o a causa di esso).

Le nitric oxide cycle in biology and medicine plasmatiche del rizatriptan e del suo metabolita attivo N-monodesmetile venivano incrementate dalla somministrazione contemporanea di un inibitore della MAO-A selettivo e reversibile. Nitric oxide cycle in biology and medicine inibitori delle MAO non selettivi, reversibili (per es.

In pazienti in terapia con propranololo, deve essere usata la dose da 5 mg di MAXALT. Studi in vitro pour on che il rizatriptan in vitro inibisce il citocromo P450 2D6 (CYP 2D6).

Non sono disponibili dati sull'interazione clinica. Riduzioni transitorie e molto scarse dei pesi corporei nitric oxide cycle in biology and medicine cuccioli prima dello svezzamento, sono state osservate solo quando l'esposizione sistemica materna eccedeva molto rispetto ai livelli di esposizione massima per l'uomo.

Non esistono dati nell'uomo. Quindi, deve essere esercitata cautela quando si somministra il rizatriptan a donne che allattano. L'esposizione dei neonati deve essere minimizzata evitando l'allattamento per le 24 ore successive al trattamento. L'emicrania o il trattamento con MAXALT possono causare sonnolenza in alcuni pazienti.

Non comune: disorientamento, insonnia, nervosismo. Patologie del sistema nervoso :Comune: capogiro, sonnolenza, parestesie, cefalea, ipoestesia, diminuzione dell'acutezza mentale, tremore. Patologie dell'occhio :Patologie cardiache :Comune: palpitazioni, tachicardia. Raro: accidente cerebrovascolare (la maggior parte di queste reazioni avverse sono state segnalate in pazienti con fattori di rischio predittivi di malattia coronarica), bradicardia.

Non nota: ischemia o infarto del miocardio (la maggior parte di queste reazioni avverse sono state segnalate in pazienti con fattori di rischio predittivi di malattia coronarica).

Comune: nausea, secchezza delle fauci, vomito, diarrea. Non comune: sete, dispepsia. Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo :Non comune: prurito, orticaria, angioedema (per es.

Un soggetto, una donna di 29 anni, ha sviluppato vomito, bradicardia e capogiro 3 ore dopo aver ricevuto un totale di 80 mg di rizatriptan (somministrato nell'arco di 2 ore). Il secondo soggetto, un uomo di 25 anni, ha accusato transitori capogiri, sincope, incontinenza, e una pausa sistolica della durata di 5 secondi (registrata mediante ECG) immediatamente dopo una venopuntura dolorosa.

La venopuntura era stata effettuata 2 ore dopo che il soggetto aveva ricevuto un totale di 80 mg di rizatriptan (somministrato nell'arco di 4 ore).

Further...

Comments:

There are no comments on this post...